Agata


L’Agata è una pietra nota fin dall'antichità per le sue proprietà di protezione e armonizzazione degli ambienti e della persona, nei paesi orientali è sempre stata considerata una pietra portafortuna. Se posta sulla scrivania in ufficio, o comunque in luoghi frequentati dal pubblico, purifica e protegge l’ambiente.  Dà luogo a formazioni sferiche caratteristiche, chiamate geodi, che portano al loro interno cristalli di ametista o di quarzo di rocca.

Le fette di Agata, di vario colore, si trovano in commercio sia sfuse che legate insieme a formare i cosiddetti “caccia spiriti” da collocare, per protezione, vicino alle finestre di casa o dell’ufficio. Nell'ambiente di lavoro, l’Agata è anche utile perché aiuta il pensiero razionale, la stabilità emotiva e combatte la dispersività. Inoltre promuove armonia e collaborazione tra i colleghi.

Questa pietra lavora sull'armonizzazione del 1° chakra, apportando energia nel corpo fisico, ed è per questo motivo un potente energetico. Inoltre, poiché ci fa sentire più “centrati”, è di grande utilità portarla durante i periodi di stress.  Tutte le agate sono in sintonia con le vibrazioni della terra e le energie femminili. Le fette di questa pietra presentano caratteristici cerchi concentrici che ricordano la donna con il bambino nel ventre. La tradizione orientale associa questa pietra alla protezione della mamma e del bambino e consiglia di indossarla a tutte le donne in gravidanza e dopo il parto. Le agate azzurre e rosa, vengono tradizionalmente utilizzate durante l’allattamento.

Le agate di diverso colore, come ad esempio l’Agata verde e l’Agata blu, pur conservando tutte le caratteristiche dell’Agata lavorano più specificatamente sui chakra (4° e 5°) che sono in sintonia con questi colori.

Questa pietra va purificata periodicamente, e ricaricata al sole, le varietà blu e verde sono invece più sensibili ai raggi della luna.

(tratto da Il potere dei cristalli – di Davide Benvegnù)